Tariffe e Tributi

Il Tributo comunale sui rifiuti e servizi è dovuto da chiunque occupi o conduca locali o aree scoperte operative a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani o assimilati, esistenti nel territorio del Comune di Udine.
 

Con deliberazione consiliare n. 18 del 1° marzo 2013 il Comune di Udine ha approvato il Regolamento per l'applicazione del Tributo comunale sui Rifiuti e Servizi  (TARES), modificato e integrato con deliberazione consiliare n. 38 del 24 giugno 2013.


A decorrere dal 1° gennaio 2013 è istituito in tutto il territorio del comune di Udine  il Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi (TARES), a copertura dei costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani ed assimilati avviati allo smaltimento e una maggiorazione di € 0,30/mq a favore dello Stato, come stabilito dall'art. 14, comma 13, del D.L. 201/2011.

La normativa che regola l'introduzione del Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi viene sinteticamente riportata nel seguito:

  • Decreto Legge  n. 201 del 6 dicembre 2011, art. 14, convertito con modificazioni dalla Legge 22 dicembre 2011, n. 214 denominato "Istituzione del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi".
  • Decreto Legge n. 35 dell'8 aprile 2013, art. 10, comma 2, convertito con Legge n. 64  del 06 giugno 2013.
  • Regolamento comunale per l'applicazione del tributo comunale sui rifiuti e servizi (TARES)  approvato con delibera del Consiglio comunale n. 18 del 01/03/2013 e modificato con delibera consiliare n. 38  del 24 giugno 2013.
  • Deliberazione del Consiglio comunale n. 19 del 01/03/2013 di approvazione delle tariffe TARES per l'anno 2013 e del piano economico e finanziario.
  • Deliberazione del Consiglio comunale n. 38 del 24 giugno 2013 di determinazione delle rate e scadenze di versamento TARES per l'anno 2013.
  • Il D.P.R. n. 158 del 27 aprile 1999 "Regolamento recante norme per la elaborazione del metodo normalizzato per definire la tariffa del servizio di gestione del ciclo dei rifiuti" che definisce componenti e tariffa di riferimento sulla base della quale deve essere determinata la tariffa per la gestione del ciclo dei rifiuti.


Il Comune di Udine ha affidato per l'anno 2013 il servizio di gestione e riscossione del tributo a NET SPA, Via G. Duodo n. 2, 33100 Udine.

Con deliberazione consiliare n. 19 del 1° marzo 2013 sono state approvate le tariffe TARES per l'anno 2013.

Tariffe utenze domestiche per l'anno 2013

Numero componenti del nucleo familiare
TARES
parte fissa x mq
TARES
parte variabile kb max
1 0,4385 44,62
2 0,5152 80,32
3 0,5755 102,64
4 0,6248 133,87
5 0,6741 160,65
6 o più 0,7125 182,96

 


Tariffe utenze non domestiche per l'anno 2013

Classi Tipologia di attività  Tariffa parte fissa Tariffa parte variabile TOTALE
TARES 2013
Tares con limite incremento 2013 Tares con limite incremento 2014 Tares con limite incremento 2015 Tares con limite incremento 2016
1

Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto

0,522 0,729  1, 251        
2

Cinematografi e teatri

 0,332 0,464 0,796        
3 Autorimesse e magazzini senza alcuna vendita diretta 0,465 0,650 1,114        
4 Campeggi, distributori carburanti, impianti sportivi  0,684 0,956  1,640        
5 Stabilimenti balneari              
6 Esposizioni, autosaloni 0,400 0,559  0,960        
7 Alberghi con ristorante  1,276 1,783 3,059        
8 Alberghi senza ristorante 0,842  1,177 2,020        
9 Case di cura e riposo 0,969 1,355 2,324        
10 Ospedali 1,001 1,399 2,399        
11 Uffici, agenzie, studi professionali  1,181 1,651  2,831        
12 Banche ed istituti di credito 0,477 0,667  1,144        
13 Negozi abbigliamento, calzature, libreria, cartoleria, ferramenta e altri beni durevoli 1,096  1,531  2,627        
14 Edicola, farmacia, tabaccaio, plurilicenze  1,402 1,959 3,361        
15 Negozi particolari quali filatelia, tende e tessuti, tappeti, cappelli e ombrelli, antiquariato  0,646 0,903 1,549        
16 Banchi di mercato beni durevoli              
17 Attività  artigianali tipo botteghe: parrucchiere, barbiere, estetista  1,150  1,607  2,756        
18 Attività  artigianali tipo botteghe: falegname, idraulico, fabbro, elettricista 0,804 1,124 1,929        
19 Carrozzeria, autofficina, elettrauto  1,096 1,531 2,627        
20 Attività  industriali con capannoni di produzione 0,714  0,998 1,713        
21 Attività  artigianali di produzione beni specifici 0,845 1,181  2,026        
22 Ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie, pub  7,491 10,469   13,28 14,61 16,072  17,960
23 Mense, birrerie, hamburgherie 5,933  8,292  14,226        
24 Bar, caffè , pasticceria 4,890 6,834   9,21  9,94 10,741  11,724
25 Supermercato, pane e pasta, macelleria, salumi e formaggi, generi alimentari 2,150  3,005  5,156        
26 Plurilicenze alimentari e/o miste  2,030  2,837 4,867        
27 Ortofrutta, pescherie, fiori e piante, pizza al taglio  8,780  12,271   12,88 15,19 17,928  21,051
28 Ipermercati di generi misti 2,130 2,976  5,106        
29 Banchi di mercato genere alimentari 5,386  7,527 12,913        
30 Discoteche, night club  1,487 2,079  3,566        

Regolamento e normativaTariffe