Salta al contenuto

 Edilizia e Territorio

Il Piano Comunale di Classificazione Acustica è stato adottato con delibera del Consiglio Comunale n. 113 del 21 dicembre 2013 e approvato con delibera di Consiglio Comunale n.73 del 27 luglio 2016, ai sensi della L.R. n.16/2007 e s.m.i.

Il Piano Comunale di Classificazione Acustica è lo strumento di settore attraverso il quale il territorio comunale viene suddiviso in un vero e proprio mosaico di zone omogenee sotto il profilo acustico, all'interno delle quali devono essere rispettati determinati limiti di rumorosità ambientale e limiti di rumorosità per ciascuna sorgente sonora.

Principali scopi del Piano:

  • costituire un riferimento preciso da rispettare per tutte le sorgenti sonore esistenti (le attività presenti devono rispettare i limiti di zona
  • garantire la protezione di zone “poco rumorose” (la salvaguardia dei ricettori sensibili come scuole, ospedali, ecc., è uno dei fondamenti del piano);
  • promuovere il risanamento di zone eccessivamente rumorose (le criticità emerse dai rilievi effettuati costituiscono oggetto di azioni di monitoraggio ovvero nei casi più rilevanti possono necessitare di programmi di risanamento per mitigare/contenere il rumore);
  • costituire un riferimento preciso da rispettare nella pianificazione di nuove aree di trasformazione urbanistica (la zonizzazione acustica diventa un ulteriore importante livello di coerenza nelle scelte urbanistiche);
  • costituire, infine, un riferimento preciso nella progettazione e realizzazione (modifica o potenziamento) di opere infrastrutturali ovvero nella progettazione e realizzazione di interventi pubblici e privati.

Il Piano Comunale di Classificazione Acustica è costituito dai seguenti elaborati tecnici (link) aggiornati in sede di approvazione del P.C.C.A.


Verifica di assoggettabilità a V.A.S.

La formazione del Piano Comunale di Classificazione Acustica è stata accompagnata dalla verifica di assoggettabilità alla Valutazione Ambientale Strategica (V.A.S.) ai sensi del D.Lgs.152/2006 e s.m.i.

Il Rapporto preliminare di verifica, argomenta che il Piano Comunale di Classificazione Acustica non determina effetti significativi sull’ambiente tali da rendere necessaria la Valutazione Ambientale Strategica.

 

Iter procedurale:

  • Delibera C. C. n. 113 del 21.12.2015 di adozione del P.C.C.A. tra i cui elaborati è compreso il Rapporto Preliminare per la verifica di assoggettabilità V.A.S.;
  • Avviso di deposito degli elaborati del P.C.C.A. e del Rapporto preliminare per la verifica di V.A.S.
  • Delibera G. C. n. 123 del 22.03.2016 di individuazione dei soggetti competenti in materia ambientale da consultarsi nell’ambito della verifica di assoggettabilità alla procedura di Valutazione Ambientale Strategica (V.A.S.).

 

Informazioni sulla verifica (vedi art.12 co.5 D.Lgs.152/2006):