Salta al contenuto

 Ambiente, Ecologia e Animali

Il rapporto tra uomo e animali domestici si è evoluto nel tempo in senso positivo. I cani sono spesso gli interlocutori favoriti e i compagni ideali.
Il rapporto con i cani da compagnia è considerato importante anche dall'Organizzazione Mondiale della Sanità nel processo educativo dei bambini perché stimola la capacità di comunicare sensazioni ed emozioni e non necessita di un linguaggio verbale preconosciuto.

Ai sensi della L.R. 20/2012 l'iscrizione del proprio cane all'anagrafe canina del comune di residenza è obbligatoria ed è da effettuare entro 10 giorni dall'acquisizione.
I possessori di cani, non sono tenuti al versamento di alcuna imposta.
A partire dal 1° marzo 2015 gli animali d'affezione devono essere iscritti nella Banca Dati Regionale (BDR).

Per la registrazione di nuovi animali d'affezione (cani, gatti e furetti) rivolgersi esclusivamente ai veterinari delle Aziende per i Servizi Sanitari o a veterinari libero professionisti autorizzati e accreditati.

Gli uffici dell'anagrafe animali d'affezione dei Comuni non sono più obbligati a iscrivere gli animali d'affezione nella BDR.
Il veterinario libero professionista ha l'onere di notificare (esclusivamente con posta ordinaria o raccomandata, pec con firma digitale o consegna a mano) un originale del modello 1 all'Ufficio anagrafe degli animali d'affezione del Comune di residenza del detentore, solo dopo aver assolto la registrazione dei dati obbligatori nella BDR, entro il termine previsto.

Per la registrazione di cani (obbligatoria), gatti e furetti ci si potrà rivolgere esclusivamente ai veterinari pubblici delle Aziende per i Servizi Sanitari o a veterinari libero professionisti autorizzati e accreditati. A partire dalla suddetta data, l'Ufficio Anagrafe Animali d'Affezione del Comune si occuperà delle pratiche relative a : cessioni, decessi, cambi di residenza, smarrimenti, ritrovamenti e sottrazioni riguardanti gli animali già inseriti in banca dati.

All'iscrizione si deve provvedere:

  • entro il secondo mese (60 giorni) di vita dell"animale da parte del detentore del cane e/o della fattrice;
  • entro dieci giorni dalla data dell"acquisto o dell"inizio della detenzione per gli esemplari che non siano già registrati alla BDR o che siano di provenienza estera.

In ogni caso è obbligatoria la registrazione prima della cessione.


Ai sensi della L.R. n.5/2015, il proprietario o il detentore ha l'obbligo di denunciare al comune di residenza:

  • lo smarrimento accidentale del cane - entro 5 giorni;
  • la sottrazione del cane, allegando copia di denuncia all'autorità giudiziaria - entro 5 giorni;
  • la cessione del cane, comunicando contestualmente le generalità e l'indirizzo del nuovo proprietario - entro 10 giorni;
  • il decesso del cane, allegando il certificato di un veterinario o quello del servizio pubblico che ha curato il ritiro dell"animale, sul quale dovrà essere segnalato il numero di identificazione dell"animale - entro 30 giorni;
  • la variazione di residenza - entro 30 giorni;
  • la comunicazione al Sindaco, in caso di impossibilità a detenere il cane per seri e comprovati motivi - entro 10 giorni.


Le operazioni relative all'inoculazione del microchip si possono effettuare, a pagamento:


Tutte le denunce di iscrizione devono essere recapitate - entro 10 giorni - al:

Comune di Udine - Ufficio Tutela e benessere degli animali da affezione
Orari di apertura al pubblico:
da lunedì a venerdì dalle 11.00 alle 12.15
lunedì e giovedì pomeriggio dalle 15.15 alle 16.45

Per richiedere una ricevuta dell'avvenuto deposito della documentazione, si chiede cortesemente di presentarsi già muniti di fotocopia della pratica.

Modulistica:
Modello 1 - allegato 4 L. R. 11.10.2012 n. 20
autodichiarazione per l'identificazione e la registrazione dell'animale d'affezione
Modello 2 - allegato 7 L. R. 11.10.2012 n. 20
autodichiarazione per la comunicazione delle variazioni anagrafiche
Modello 3 - allegato 8 L. R. 11.10.2012 n. 20
autodichiarazione di ritrovamento dell'animale
Il modulo da compilare in caso di ritiro di un cane di proprietà, viene fornito dell'ufficio Tutela e benessere degli animali da affezione.

Le operazioni effettuate presso gli uffici comunali ed elencate in premessa sono gratuite, l'omissione dell'iscrizione del proprio cane all'anagrafe canina, prevede una sanzione amministrativa da € 100 a € 600.
I cittadini, singoli o associati, hanno il diritto di accesso ai dati registrati e possono chiedere il rilascio della relativa documentazione.

Comune di Udine, Ascom e Uapi hanno varato una campagna per agevolare l'accesso dei cani nei locali e negli esercizi pubblici della città.

Attenzione al cane bianco su sfondo verde: vuol dire che il vostro amico a quattro zampe può seguirvi a comprare il pane, a bere una bibita o a scegliere una camicia con voi.
Anni fa una serie di adesivi e vetrofanie sugli ingressi di negozi e pubblici esercizi raffigurava cani che dicevano: "Noi restiamo fuori". Nell'immaginario collettivo tale messaggio è rimasto, ma dal punto di vista normativo da parecchi anni non c'è alcuna regola che vieti la conduzione di cani all'interno di questi locali.

Ma in che cosa consiste la campagna benvenuti? I commercianti e gli artigiani udinesi hanno sostituito le vecchie vetrofanie riportanti un messaggio di divieto d'ingresso ai cani con un nuovo "logo" che invita i cani ad entrare dandogli il benvenuto.
Le sole norme in vigore sono i regolamenti di polizia locale e polizia veterinaria.
Le prescrizioni sono minime e dettate dal buon senso: guinzaglio per tutti, museruola per i cani più grandi e potenzialmente pericolosi.

Da venerdì 17 novembre a mercoledì 13 dicembre 2017 si tengono alcuni incontri per imparare a usare correttamente le aree di sgambamento per cani, rivolta ai frequentatori delle aree e a tutti i cittadini
Agli incontri è presente un educatore cinofilo che illustra le funzioni delle aree di sgambamento, le regole per usare correttamente queste aree e quali comportamenti adottare per prevenire tensioni e problemi.

Scarica il pdf con il calendario degli incontri e il programma
Immagine area sgambamento di via Marsala Udine


 

Al momento non ci sono appelli urgenti

Per il recupero della fauna selvatica

  • tel. 800 961 969 (Provincia di Udine ora Regione FVG ) con i seguenti orari:
    da lunedì a venerdì dalle 7.00 alle 19.00;
  • nei giorni festivi chiamare in NUE 112.

Le aree di sgambamento cani sono aree e spazi ove è consentito l’accesso ai cani anche non tenuti al guinzaglio purché sotto la vigilanza attiva dei loro possessori/accompagnatori e con il rispetto delle regole elencate contemplate nel presente articolo.

Sul territorio comunale si trovano tre tipi di aree comunali destinate alla sgambatura per cani:

  • aree recintate ad uso esclusivo per la sgambatura dei cani aperte 24 ore su 24;
  • aree recintate utilizzabili per la sgambatura negli orari indicati nelle tabelle esposte presso i rispettivi ingressi;
  • aree non recintate utilizzabili liberamente per la sgambatura dei cani.

In sintesi le norme di comportamento da osservare in queste aree:

  • non introdurre cani femmina nel periodo del calore;
  • non abbandonare o lasciare incustoditi gli animali;
  • evitare assembramenti agli ingressi;
  • non somministrare cibo a nessun titolo all'interno dell'area in presenza di altri cani;
  • non utilizzare giochi di proprietà in presenza di altri cani (pallina, frisbie, treccia, etc.);
  • evitare interazioni con cani sconosciuti all'interno dell'area che portino ad eccessivo movimento, contatto fisico e comunicazione verbale con toni acuti;
  • far socializzare i cani sempre liberi da guinzaglio;
  • valutare il numero dei cani presenti all'interno dell'area in proporzione alle dimensioni della stessa.

Iscrizione all'anagrafe caninaCampagna benvenutiIniziativeAppelli urgentiInfo e link utiliLe aree di sgambamento cani